Venezia e Valeria. “Grati all’intelligenza dei Solesin” Parla Massimo Cacciari

CLAUDIO MADRICARDO
Massimo Cacciari è grato “all’intelligenza della famiglia di Valeria Solesin”, la giovane veneziana uccisa nella sparatoria del Bataclan, di cui si sono celebrati i funerali in piazza San Marco, esequie civili alla presenza del presidente Sergio Mattarella e delle autorità locali, ma soprattutto alla presenza del patriarca Francesco Moraglia, dell’Imam di Venezia Hamad Al Mohamad e del presidente della Comunità islamica di Venezia Mohamed Amin Al Ahdab, del presidente dell’Unione delle comunità islamiche d’Italia Izzeddin Elzir e del rabbino capo di Venezia Shalom Bahbout.

cacciari

Massimo Cacciari

Massimo, tu questa città la conosci bene e sai con quale dolore e quanta partecipazione abbia vissuto la tragedia della famiglia Solesin. Che impressione ti sei fatto della reazione di Venezia?
Senz’ombra di dubbio mi sembra che ci sia stata una buona risposta, non ho trovato nulla di esagerato in quello che è stato fatto. Di questo va dato atto alla famiglia Solesin, che ha operato con grande intelligenza. C’è da registrare come fatto assolutamente positivo la presenza dell’Imam di Venezia Hamad Al Mohamad e del rabbino capo Shalom Bahbout. È un risultato che va ascritto alle scelte intelligenti dei Solesin.

Pensi che quanto è accaduto il 13 novembre a Parigi possa succedere anche nel nostro paese?
Certo che può succedere, non lo possiamo escludere per nulla. È nelle possibilità. Soprattutto poi se ci imbarcassimo in avventure senza uscita come quella dei bombardamenti, fatti più per rappresaglia e per reazione che per altro.

Ma non ti sembra che questa che ipotizzi sia una reazione debole, o peggio, un cedere al terrorismo?
No, voglio dire soltanto che una reazione violenta che comportasse da parte nostra la partecipazione a bombardamenti o ad azioni di guerra non inseriti in una strategia, questo sì sarebbe un errore fatale.  Mettere in campo operazioni militari senza aver chiaro quale deve essere la soluzione politica del conflitto, sarebbe la cosa più sbagliata che potremmo fare.

claudio madricardo

@claudiomadricar

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...