Addio a Paul Kantner, “the brain” dei Jefferson Airplane

 

È morto a 74 anni il chitarrista Paul Kantner, uno dei fondatori della band  Jefferson Airplane. Lo riporta il San Francisco Chronicle. Protagonista della scena musicale della west coast americana, Kantner è stato stroncato giovedì 28 gennaio da un attacco di cuore a San Francisco, la città in cui era nato il 17 marzo 1941.
Chi era Paul Kantner? Ecco cosa scrive sul sito ufficiale dei Jefferson Airplane Greg Gildersleeve (1998).

untitled

 

Anche se non ha mai scritto o cantato come voce leader nessun brano di successo, Paul Kantner ha avuto un impatto maggiore di qualsiasi altro membro sui Jefferson Airplane/Starship. È suo il record della più lunga, ininterrotta appartenenza (19 anni) alla band, ed è stato a volte l’unico membro delle origini della band presente in eventi con JA. Il suo interesse per la fantascienza l’ha portato a trasformare i Jefferson Airplane nei Jefferson Starship, e, in tutto questo, ha presieduto alla democrazia sregolata e talvolta disordinata della band. Se Marty Balin era l’anima della band, e Grace Slick il suo volto, Paul Kantner potrebbe esserne considerato, the brain, il cervello.

L’unico nativo di San Francisco tra gli iniziatori degli Airplane/Starship, Paul Lorin Kantner nasce il 17 marzo 1941, da Paul S. e Cora Lee (Fortier) Kantner. Paul aveva un fratellastro e una sorellastra parecchio più grandi. Quando Paul aveva otto anni, sua madre morì; e, ricorderà in seguito, non gli fu consentito di partecipare al suo funerale, ma fu portato al circo. Il padre di Paul, commesso viaggiatore, non poteva crescere il ragazzo da solo e lo mandò in un collegio militare dei gesuiti. Era lì, nella seconda o terza elementare, che scoprì la fantascienza mentre era solo nella biblioteca della scuola. I gesuiti a quanto pare impartirono a Paul una disciplina di stampo militare e una determinazione che si sarebbero rivelati utili in seguito, negli alti e bassi della sua carriera.

Paul fu tuttavia un adolescente irrequieto. Intorno al 1960, ebbe un incidente motociclistico che gli lasciò un foro permanente sul lato sinistro del cranio. (Ironia della sorte, si deve a questo foro se Paul molto tempo dopo – permettendo alla pressione di sfogare – si salvò dalle conseguenze di una emorragia cerebrale).

Paul frequentò per tre anni l’University of Santa Clara (1959-61) e il San Jose State College (1961-63) per poi abbandonare l’università. Scelse la musica e cominciò a frequentare il giro dei folk club come chitarrista acustico e banjoist. Prima di lasciare San Jose, Paul conobbe musicisti come il futuro Byrd, David Crosby, e il futuro membro dei Jefferson Starship, David Freiberg. Sempre a San Jose, nel 1962, conobbe un altro chitarrista, che avrebbe avuto un ruolo di primo piano nel suo futuro, Jorma Kaukonen.

slides9

Nel marzo del 1965, Paul tornò a San Francisco. Suonava di notte in un club folk, il Drinking Gourd. Una notte gli si presenta un giovane cantante e gli chiede se vuole unirsi alla sua band. Quel cantante si chiama Marty Balin e il gruppo è i Jefferson Airplane.
Anche se Marty era chiaramente il leader, Paul assunse un ruolo attivo nel modo in cui la band si sviluppò. Raccomandò che Jorma Kaukonen entrasse nella band come chitarrista. Agli inizi, in realtà, Paul aveva adottato un ruolo sotto tono all’interno della band, suonando la chitarra ritmica e cantando nel backup, solo occasionalmente come lead singer. Tra le sue prime composizioni si ricordano Come Up the Years (con Marty) e Go to Her (successivamente commercializzata con il titolo Early Flight) e Let Me In.

Nel pieno degli anni Sessanta, gli Airplane diventano un simbolo della controcultura che allora sboccia, e Paul riflette questo clima in canzoni come Crown of Creation 1968) e We Can Be Together (1969). Per Paul l’establishment comprendeva tutto, a partire dai poliziotti che avevano staccato la corrente alla band mentre incideva nella sua casa discografica, la RCA. In We Can Be Together aveva incluso il verso, Up against the wall, motherfucker Mani in alto contro il muro, figlio di puttana, il che aveva suscitato un braccio di ferro tra la band e RCA che non voleva quel verso, ma che alla fine cedette.
Sullo stesso album (Volunteers), Paul unisce per la prima volta musica e fantascienza in Wooden Ships (scritto con David Crosby e Stephen Stills e contemporaneamente inciso da Crosby, Stills & Nash), una canzone su un gruppo di persone che scappano da una società totalitaria per fondare una colonia libera altrove. Questo concetto sarebbe diventato uno dei temi principali di gran parte dei successivi lavori di Paul.

Nel 1969, il suo amore per Grace, fino allora non corrisposto, è finalmente ricambiato. Cominciano una relazione casuale e ben presto iniziano a vivere insieme. Grace vuole un figlio da lui, e nel mese di gennaio del 1971, nasce China. Ormai Airplane si sta muovendo in diverse direzioni. Con Grace costretta a casa per tutta la durata della gravidanza, Paul comincia a registrare un album solista in collaborazione con David Crosby, Jerry Garcia e altri. L’album, Blows Against the Empire, contiene una mini epica fantascientifica su uno dei due lati. Con una sorta di retropensiero, l’album è anche intestato ai Jefferson Starship, il che segna il primo utilizzo di questo nome. Blows non fu solo un successo commerciale, ma ricevette anche la nomination per il prestigioso premio per la fantascienza Hugo Award

Nel 1973, non ci sono più gli Airplane, anche se né Paul né Grace vogliono ammetterlo. Nei primi mesi del 1974, lui e Grace si trovano di fronte alla prospettiva di andare oltre costituendo una nuova band. Non volendo rompere completamente con il passato, ingaggiano musicisti dell’ultima fase degli Airplane compresi i loro progetti da solisti, e soprannominano la band Jefferson Starship, che era gestita da Bill Thompson.

1968-06-28%20Life%20v64n26%2000

JEFFERSON AIRPLANE

I Jefferson Airplane debuttano il 13 agosto 1965 al nightclub Matrix di San Francisco. All’esordio c’è Marty Bali, cantante, Paul Kantner chitarra voce / ritmica, e Jorma Kaukonen chitarra solista. Nel gruppo anche Signe Anderson, (che canta nella prima registrazione dei Jefferson Airplane Jefferson Airplane Takes Off). Il bassista, Jack Casady e il batterista Skip Spence, (che fu poi uno dei membri originali di Moby Grape) si uniscono alla band due mesi dopo. Spencer Dryden ne diviene il batterista nel giugno del 1966 e Grace Slick si aggrega al gruppo come vocalist nel mese di ottobre del 1966. La band esegue il primo concerto per Bill Graham al leggendario Fillmore Auditorium di San Francisco nel febbraio del 1966.Jefferson Airplane si esibisce al Festival Folk di Berkeley, al Monterey Jazz Festival, al Monterey Pop Festival, a Woodstock e Altamont. Singoli di grande successo sono White Rabbit e Somebody to Love, dall’album Surrealistic Pillow. Sono sulla copertina di Life Magazine nel 1968. Fanno un tour europeo con i Doors in Europa nell’estate del 1968. Molte band leggendarie suonano con gli Airplane: Grateful Dead, Santana, The Doors, Jimi Hendrix, Creedence Clearwater Revival, The Who, Janis Joplin, Steve Miller, e tante altre band. Il gruppo è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1996.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...